Il dolore miofasciale. Confronto tra due trattamenti: infiltrazioni e dry needling

In primo piano

Di – Roberta Segneri M.D. Scuola di Specializzazione in Medicina Fisica e Riabilitazione            Sapienza Università di Roma;
    – Francesco Ioppolo M.D. PhD Divisione di Medicina Fisica e Riabilitazione Policlinico         Universitario Umberto I Roma

La sindrome miofasciale è un disturbo di tipo non infiammatorio di origine muscolo- scheletrica;può esordire sia come evento primario sia associato o secondario ad altre alterazioni (Niel –Asher,2005). Janet Travell ha dato una descrizione dettagliata della sindrome miofasciale che ha nei Trigger Point (TP) l’elemento qualificante; essi verrebbero identificati come focolai di iperirritabilità, solitamente all’ interno di una bandelletta contratta di un muscolo scheletrico o di una fascia muscolare, dolorosi alla compressione e che possono dare vita a caratteristici dolori proiettati, a dolenzia alla palpazione, ed a fenomeni autonomi (Janet G. Travell, 1986).
Continua a leggere

LA SINDROME DELLE FACCETTE: IL MAL DI SCHIENA CHE NON PASSA MAI

di Luigi Minozio

Si può dire che la Sindrome delle faccette sia una diagnosi per esclusione. La maggior parte dei pazienti con lombalgia cronica si presenta alla visita con lastre, risonanza, elettromiografia e quant’altro letto su internet, che spesso non evidenziano bulging, ernie, stenosi del canale come causa del dolore. In totale assenza di segni neurologici possiamo ipotizzare una Sindrome delle faccette. La caratteristica di questa sindrome è un dolore continuo percepito come tessutale profondo irradiato alla cresta iliaca, all’inguine e al gluteo, procurato dalla degenerazione artrosica delle superfici articolari. Continua a leggere

GIURAMENTO DI IPPOCRATE

In primo piano

A cura del Dr. Dario Alpini

Son stato in pellegrinaggio “laico” a Kos dove è nato e ha insegnato il padre della medicina moderna, Ippocrate. Girando per le bancarelle ho ritrovato il testo del suo GIURAMENTO, giuramento che in versione “moderna” è quello che tutti noi abbiamo pronunciato il giorno della laurea.

Passeggiando sotto il platano ove la leggenda vuole IPPOCRATE insegnasse i principi scientifici ed etici dell’ars medica mi son venute spontanee tre considerazioni, una generale e due specifiche che voglio condividere con voi e che mi sembrano attinenti a questa epoca in cui la “scienza”  medica è sempre più affidata alla evidenza della statistica e, al contempo, sempre più i pazienti si affidano all’”arte” osteopatica. Continua a leggere

Dolori emi-addome sin: mioma uterino? Colica renale sin? Polipo del sigma? Aderenze?

Immagine

Di Guido Brugnoni 


UN CASO CLINICO 
(tratto da “ Rome Rehabilitation 2013″)

Paziente di sesso femminile di anni 54, nulla di particolare nell’anamnesi fisiologica.
Non pratica sport o attività fisiche, non fuma, di professione cameriera.
Due gravidanze a termine con parti spontanei.
Nell’anamnesi patologica remota solo intervento di laparoscopia con annessiectomia bilaterale per cisti ovariche. Continua a leggere